Politiche

UNICApress è la casa editrice dell'Università degli Studi di Cagliari, istituita con DR n. 800 del 5 settembre 2018 (Regolamento e Regolamento per il funzionamento di UNICApress).
Pubblica, distribuisce e promuove prodotti editoriali di qualità derivanti dalla ricerca e dalla didattica condotte nell'ateneo, o che abbiano attinenza con tematiche di interesse per l’Università degli Studi di Cagliari, o per la Sardegna.
La diffusione delle opere, a livello nazionale e internazionale, è coerente con i princìpi della comunicazione della scienza ad accesso aperto.

UNICApress si propone come una struttura di sostegno per i ricercatori, che potranno disporre di una sede istituzionale per la pubblicazione delle proprie opere, per gli studenti, che potranno utilizzare il materiale didattico, e per gli utenti esterni, che potranno usufruire delle risorse pubblicate, o anche proporre proprie opere. La modalità di pubblicazione del formato digitale ad accesso aperto rappresenta una scelta culturale e politica strategica, perché consente la massima diffusione delle opere pubblicate, garantendo al tempo stesso una buona visibilità agli autori e all'Ateneo, nel rispetto del principio di diffusione democratica delle conoscenze. UNICApress risulta così espressione delle politiche dell'Università degli Studi di Cagliari, che da tempo promuove il principio della conoscenza come bene comune.

Per la diffusione delle opere, viene adottata la licenza Creative Commons BY-SA 4.0 internazionale (Attribuzione, Condividi allo stesso modo), fatta eccezione per le immagini o altro materiale concesso a UNICApress in licenza da terzi detentori dei relativi diritti per i quali valgono i termini di detta licenza. È tuttavia possibile concordare l'uso di altre licenze Creative Commons, discutendo preliminarmente la scelta con il Consiglio del Centro.

UNICApress si articola in quattro Sezioni: UNICApress/ateneo, UNICApress/comunicazione, UNICApress/didattica, UNICApress/ricerca. Il processo di revisione segue un percorso standardizzato e diversificato a seconda della sezione. Nelle Sezioni UNICApress/Ateneo e UNICA press/Comunicazione, le opere sono valutate da due membri del Consiglio del Centro, che ne certificano l’attinenza con la sezione e il rispetto dei requisiti etici e formali della casa editrice. Nella Sezione UNICApress/Didattica, la valutazione viene richiesta al consiglio di Dipartimento di competenza disciplinare. Nella Sezione UNICApress/Ricerca, la valutazione viene gestita dal Comitato Scientifico Editoriale (o, nel caso di collane e riviste con un proprio Comitato scientifico, da quest'ultimo) attraverso un processo di peer review esterno (due revisori per opera).

Valutazione e processo di peer review

Il Consiglio del Centro valuta sia la potenziale collocazione della proposta editoriale nelle diverse sezioni del catalogo sia la qualità scientifica, appoggiandosi al Comitato scientifico editoriale. Ogni proposta è valutata in base a criteri di sostenibilità e in base alla coerenza con le norme etiche, scientifiche e editoriali seguite da UNICApress. Per maggiori dettagli si rimanda al Flusso del processo editoriale.

Una volta accettata la proposta, l’iter della valutazione segue procedure diverse a seconda della tipologia e della collocazione, ed è gestito interamente sulle piattaforme OMP e OJS.

Per le sezioni Ateneo e Comunicazione la valutazione viene affidata a due membri del Consiglio del Centro, mentre per le sezioni Didattica e Ricerca si attua il processo di peer review, in modalità single o double blind con due revisori a seconda della tipologia testuale. La procedura di revisione ha una durata di sei settimane. In base all’esito il Consiglio può decidere se sottoporre la proposta a un secondo giro di revisioni.

In caso di collane e riviste la peer review è gestita da ciascun comitato editoriale. Per maggiori dettagli si rimanda alle relative pagine.

 

Codice etico

UNICApress opera nel rispetto del Codice etico e di comportamento dell’Università degli studi di Cagliari emanato con D.R. 274 del 12.03.2019. Adotta inoltre proprie regole specifiche, ispirate al codice etico delle pubblicazioni, Code of Conduct and Best Practice Guidelines for Journal Editors, che dovranno essere condivise da tutte le parti coinvolte nel processo di pubblicazione, quali autori, redattori e revisori.

 

DOVERI DELL’EDITORE

Decisioni sulla pubblicazione
I componenti del Consiglio del Centro e del Comitato scientifico editoriale sono i responsabili ultimi della decisione di pubblicare o meno le proposte. Nell’assumere tale decisione, essi si avvalgono del supporto dei revisori.

UNICApress verifica ogni anno il processo di peer review al fine di introdurre possibili miglioramenti.

UNICApress sottopone alle stesse procedure di peer-review i contributi sottoposti per la pubblicazione dai componenti del Consiglio del Centro e del Comitato scientifico editoriale.

Correttezza
UNICApress valuta le proposte in base al loro contenuto senza discriminazioni di genere, orientamento sessuale, religione, origine etnica, cittadinanza, orientamento politico degli autori.

Riservatezza
UNICApress si impegna a non rivelare informazioni sugli articoli proposti ad altre persone oltre all'autore, ai revisori e ad altri componenti del Consiglio del Centro e del Comitato scientifico editoriale.

Errori negli articoli pubblicati
UNICApress è tenuta a pubblicare correzioni, chiarimenti, ritrattazioni e scuse qualora fosse necessario.

Divulgazione e conflitto di interessi
UNICApress si impegna a non usare in proprie ricerche i contenuti di un articolo proposto per la pubblicazione senza il consenso scritto dell’autore.



DOVERI DEI REVISORI

Contributo alla decisione editoriale
La revisione paritaria è una procedura che aiuta UNICApress ad assumere decisioni sulle proposte e consente anche all’autore di migliorare il proprio contributo.

Rispetto dei tempi
Il revisore scelto che non si senta adeguato al compito proposto o che sappia di non poter svolgere la lettura nei tempi richiesti è tenuto a comunicarlo tempestivamente a UNICApress.

Riservatezza
Ogni proposta assegnata in lettura deve essere considerata riservata. Pertanto, tali manoscritti non devono essere discussi con altre persone senza esplicita autorizzazione di UNICApress.

Oggettività
La revisione deve essere condotta con obiettività. I revisori sono tenuti a motivare adeguatamente i propri giudizi.

Conflitto di interessi e motivazione
Informazioni riservate o indicazioni ottenute durante il processo di peer review devono essere considerate confidenziali e non possono essere usate per finalità personali. I revisori sono tenuti a non accettare in lettura articoli per i quali sussiste un conflitto di interessi.



DOVERI DEGLI AUTORI

Originalità e plagio
Gli autori si impegnano a proporre ricerche originali e inedite, a presentare accuratamente il proprio lavoro e – quando necessario – a discuterne con i componenti del Consiglio del Centro o del Comitato scientifico editoriale. Forniscono la corretta indicazione di tutte le fonti bibliografiche e/o altre forme di apporto consultate e utilizzate per la stesura del loro lavoro. Affermazioni fraudolente o consapevolmente inaccurate costituiscono un comportamento contrario alla deontologia e sono inaccettabili.

Pubblicazioni multiple, ripetitive o concorrenti
L'autore non deve sottoporre articoli già pubblicati altrove o che siano in valutazione presso un altro editore. Sottoporre contemporaneamente lo stesso testo a più di un editore costituisce un comportamento eticamente non corretto e inaccettabile.

Diritti d’autore
Gli autori garantiscono che il contenuto del proprio contributo, ivi comprese immagini o documenti multimediali di qualsiasi tipo, non viola alcun diritto d'autore esistente, e sollevano altresì UNICApress da ogni responsabilità.

Gli autori garantiscono che il contenuto del proprio contributo non è diffamatorio o altrimenti lesivo di diritti morali o economici altrui.

Paternità dell’opera
Va correttamente attribuita la paternità dell'opera e vanno indicati come coautori tutti coloro che abbiano dato un contributo significativo all'ideazione, all'organizzazione, alla realizzazione e all’interpretazione della proposta. Se altre persone hanno partecipato in modo significativo ad alcune fasi il loro contributo deve essere esplicitamente riconosciuto.

Nel caso di contributi scritti a più mani, l’autore che invia il testo a UNICApress è tenuto a dichiarare di avere correttamente indicato i nomi di tutti gli altri coautori, di avere ottenuto la loro approvazione della versione finale e il loro consenso alla pubblicazione.

Errori nei lavori pubblicati
Quando un autore individua in un suo testo un errore o un’inesattezza rilevante, è tenuto a informare tempestivamente UNICApress e a fornire tutte le informazioni necessarie per effettuare le doverose correzioni.

Questionnaire and social

Share on: