I progetti di ricerca "in" e "sul" carcere nelle università aderenti alla CNUPP

Sinossi

Le autrici, dopo individuazione di alcuni nodi critici nel rapporto Università – Carcere, presentano i risultati di una indagine svolta a livello nazionale tra le Università aderenti alla Conferenza Nazionale dei Delegati dei Rettori dei Poli Universitari Penitenziari (CNUPP), allo scopo di descrivere il panorama delle ricerche finanziate, realizzate negli ultimi dieci anni, sui temi inerenti il carcere, la detenzione, i soggetti in stato di privazione della libertà,  le operatrici e gli operatori penitenziari. La ricerca nasce all’interno della CNUPP con l’intento di aprire una nuova stagione di riflessioni teoriche e applicazioni pratiche dei risultati prodotti nell’ambito.

Come noto, il contesto penitenziario e le regole del sistema medesimo possono amplificare le difficoltà di interazione con altri sistemi, compreso quello universitario che, anche grazie alla nascita della CNUPP, garantisce il diritto allo studio delle persone in esecuzione di pena. Attraverso la ricerca scientifica, avente ad oggetto in tutto o in parte il contesto carcerario, il mondo accademico contribuisce, inoltre, allo sviluppo della conoscenza delle variabili interagenti in tale situ-azione e al miglioramento delle condizioni di vita e di lavoro dentro e fuori le mura del carcere.

Il quadro emerso dallo studio pone in evidenza uno scarso numero di ricerche finanziate a livello nazionale aventi ad oggetto il carcere, un livello di attenzione sufficiente per focus di ricerca di area medica e molto scarso per tutte le altre aree scientifico disciplinari.

Pur nella consapevolezza che studi e ricerche in ambito universitario possono essere realizzati indipendentemente dai finanziamenti nazionali e internazionali, appare significativa la distanza tra il bisogno di aumentare la conoscenza sulle dinamiche del mondo carcerario e l’investimento sullo stesso. Le ragioni sono certamente numerose, ma non possiamo dimenticare che lo sviluppo della conoscenza scientifica è il primo passo verso il miglioramento della qualità dei servizi offerti dalle istituzioni e dai sistemi sociali, compreso quello carcerario. E le ricadute, sul piano applicativo/operativo di nuove e mirate cognizioni frutto di riflessioni multidisciplinari su tutte le variabili implicate nel sistema, potrebbero contribuire al miglioramento delle condizioni detentive e della finalità risocializzativa della pena.

 

Di prossima pubblicazione

Copertina per I progetti di ricerca "in" e "sul" carcere nelle università aderenti alla CNUPP
Pubblicato
20 ottobre 2022
Collane
ISSN Online
2974-6671
Sezioni
Creative Commons License

Questo lavoro è fornito con la licenza Creative Commons Attribuzione - Condividi allo stesso modo 4.0.

Questionnaire and social

Share on: